Cerca

Puramente pop: il nuovo album di Zara Larsson

Scritto da Lucia Addona / March 05, 2021

 Nata in Svezia, classe 1997, a soli dieci anni vince il talent show Sweden’s Got Talent. Da lì ha inizio la brillante carriera di Zara Larsson arrivando al successo prima in madrepatria e poi a livello internazionale nel 2015 grazie alla canzone “Lush Life”, inclusa poi nel suo secondo album “So Good”. A quattro anni dal suo ultimo lavoro discografico le pressioni sulla pop star per far uscire il terzo album erano tante, ma Zara si è presa il suo tempo ed è tornata più forte di prima. Il 22 febbraio scorso ci ha dato un assaggio di quello che stava per arrivare pubblicando l’EP “Look What You’ve Done” contenente 5 delle 12 nuove canzoni incluse in “Poster Girl”. Oggi il nuovo album è ufficialmente fuori ed è già un successo conclamato, prova di un percorso di crescita artistica che viene espresso non solo a livello musicale ma traspare anche dalla maggiore padronanza che Zara ha della sua voce.

Il disco si apre con “Love Me Land”, scelto come singolo di lancio. Il pezzo è stato co-scritto con la cantautrice Julia Michaels e altri collaboratori fissi. La canzone vede Zara trovare nuovamente l’amore contro ogni previsione e cantare “Never tought I would love again/ Here I am in Love Me Land”.

Nella seconda canzone troviamo l’unico featuring dell’album, quello con Young Thug. In “Talk About Love” le voci dei due artisti si completano a vicenda creando un’atmosfera dreamy pop che ci accompagnerà fino alla fine. Zara ha spiegato che il brano parla di quel fragile lasso di tempo che precede la relazione, quando entrambe le parti cercano di capire se c’è qualcosa di più tra di loro e rischiare. Il video musicale è stato diretto da Zara stessa e vede il suo fidanzato Lamin Holmén ballare con lei.

Seguono nella tracklist “Need Someone” e “Right Here” che all’ascolto appaiono già potenziali tormentoni. La musica rallenta con “WOW” secondo singolo estratto pubblicato lo scorso agosto e canzone dai toni più intimi. Il brano è stato incluso nella colonna sonora del film Netflix “Work It”. Un remix della canzone con Sabrina Carpenter (protagonista del film) è stato rilasciato il 25 settembre scorso.

La title-track “Poster Girl” dimostra la capacità di Zara di creare canzoni puramente pop, come riconferma anche il brano successivo “I Need Love”. “Look What You’ve Done” è quella che tutti definiremmo una break-up song ma da un punto di vista diverso: piuttosto che soffrire per la storia finita, Zara si sente “empowered” dalla situazione. La cantante è felice che la relazione sia finita perché ha imparato ad amare sé stessa. Messaggio che viene sottolineato dalla frase “This girl’s having fun”. La pop star ha affermato a riguardo: «è stata una canzone divertente da scrivere perché mi ritengo una donna molto forte ma allo stesso tempo mi piace scrivere canzoni che rivelano il mio lato più vulnerabile».

“Ruin My Life”, pezzo di punta dell’album, parla di «una relazione malsana che tutti hanno ad un certo punto della loro vita. È tossica ma passionale». Nel testo infatti, Zara nonostante riesca ad uscire dal rapporto rimane ancora ossessionata dal suo ex ragazzo: “You set fire to my world, couldn't handle the heat/Now I'm sleeping alone and I'm starting to freeze/Baby, come bring me hell/Let it rain over me/Baby, come back to me”.

L’album si conclude con “Stick With You”, “FFF” nella quale parla dell’innamorarsi di un amico (letteralmente “Falling For a Friend”) e “What Happens Here” che chiude le danze.

 

Con un album che spazia dall’electro-pop a toni vicini all’R&B, Zara Larsson dimostra una maturità artistica segno dei tanti anni nell’industria nonostante la giovane età. “Poster Girl” ci accompagnerà sicuramente in radio nei prossimi mesi e in attesa di rivederla live in Italia, riguardiamoci la sua intervista allo scorso Firenze Rocks!

Torna Su